Proteine in polvere: quali acquistare e perchè?

In questo articolo cercheremo di fare un minimo di chiarezza sul mondo delle proteine in polvere.
Se stai leggendo molto probabilmente vuoi iniziare ad utilizzare un integratore proteico ma sei rimasto spiazzato dalle numerose tipologie di prodotto sul mercato.
Cominciamo subito con una veloce introduzione…

A COSA SERVONO LE PROTEINE?

Le proteine alimentari hanno la funzione di fornire al nostro organismo i mattoni (aminoacidi) fondamentali per la sintesi proteica.
Questo scongiura il rischio che per rispondere ad un aumentato fabbisogno proteico il nostro organismo ricorra alle proprie proteine (dette endogene), generando un processo di “autoconsumazione” (detto processo catabolico).

Normalmente le proteine vengono assunte da fonti ormai ben note quali: carne, pesce, uova, legumi, cereali, latte e derivati.

Sportivi, soggetti che stanno seguendo un particolare regime di restrizione calorica, o in generale persone che hanno difficoltà ad integrare nella propria dieta il corretto apporto proteico, decidono spesso di ricorrere alla supplementazione con prodotti proteici ad altissima concentrazione.
Vediamo le più importanti tipologie di integratori proteici sul mercato.

PROTEINE DEL SIERO DEL LATTE (PROTEINE WHEY)

Questa tipologia di proteine viene ottenuta sottoponendo il siero del latte (un sottoprodotto della caseificazione particolarmente ricco in proteine) a diversi passaggi di filtrazione allo scopo di estrapolare la componente proteica.
Troverete infatti descritto sulla confezione delle proteine con quale tecnologia sono state isolate.
Le tecnologie più utilizzate sono : ultrafiltrazione, microfiltrazione o microfiltrazione a flusso incrociato.
Le diverse tecnologie di isolamento influenzano anche le proprietà delle proteine ottenute, modificando la rapidità di assorbimento da parte dell’utilizzatore, la facilità di digestione e tanti altri fattori che, nel complesso, differenziano i vari prodotti sul mercato. 

PROTEINE CONCENTRATE (WHEY PROTEINE CONCENTRATE)

Ottenute dal siero del latte sono ricche di diversi nutrienti derivati dal latte (non avendo subito altri processi di lavorazione oltre alla filtrazione). Contengono :

  • Proteine (dal 25 all’85%);
  • Immunoglobuline;
  • Lattosio (fino al 5%);
  • Grassi (2%);
  • Lattoferrina;
  • Ecc.

Questi componenti delle proteine concentrate, particolarmente ricche in aminoacidi essenziali e aminoacidi ramificati ad alto valore biologico, rendono questa tipologia di proteine un ottimo sostituto proteico per spuntini o pasti

Le proteine concentrate hanno una lenta digestione che le rende ottime per la loro capacità saziante in caso di regimi dietetici ma poco indicate nel post workout, momento in cui è fondamentale integrare con proteine a rapido assorbimento.

PROTEINE ISOLATE (WHEY PROTEIN ISOLATE)

le proteine isolate sono una tipologia di proteine altamente concentrate, con un tenore proteico di circa il 90%. Sono ottenute per microfiltrazione a flusso incrociato o tramite altre tipologie di filtrazione (tra cui lo scambio ionico).

Le proteine isolate hanno un elevato valore biologico (ricche in aminoacidi essenziali) ed un rapido assorbimento: questo le rende ottime per il post workout grazie alla loro capacità di rispondere rapidamente ai bisogni di un organismo stressato dalla attività sportiva.

PROTEINE IDROLIZZATE 

Le proteine idrolizzate sono sostanzialmente proteine concentrate o proteine isolate successivamente sottoposte ad un processo di idrolisi parziale.

L’idrolisi consiste nel “tagliare” le catene proteiche come se fossero state pre-digerite per permetterne un rapido e maggiore assorbimento una volta assunte.
I vari brand si differiscono per la propria tipologia di proteine in base a quanto queste sono state idrolizzate: potremmo avere delle proteine whey concentrate lievemente idrolizzate per permetterne una maggiore digeribilità senza però intaccare le proprietà sazianti o ad esempio avere delle proteine isolate molto idrolizzate che sono ancora più rapide nell’assorbimento e permetterne l’uso anche durante l’attività sportiva.

In questo caso vi consiglio di leggere attentamente la descrizione del prodotto per capire quando sono indicate e capire se possono rispondere ai vostri bisogni.

PROTEINE DA CAINATO (CASEINE)

Sono proteine del latte caratterizzate da una struttura particolare. Si chiamano infatti fosfoproteine.

Le fosfoproteine hanno la particolarità di formare micelle e trasportare altri nutrienti. Questa caratteristica le rende particolarmente adatte per modulare un lento ma costante rilascio di aminoacidi nel lungo periodo (fino a 8 ore). 

Le Caseine hanno un elevato valore biologico e sono particolarmente indicate prima di andare a dormire per garantire al nostro corpo il nutrimento necessario anche durante il digiuno notturno scongiurando così il rischio di catabolismo notturno.

Questo articolo va a toccare in maniera molto semplice le principali tipologie di proteine. Vi avviso che molte volte potrete trovare dei Blend (misti) tra le varie proteine al fine di modularne le caratteristiche del prodotto; vi invito dunque a leggere sempre le descrizioni dei vari prodotti per capire se è quello che può rispondere alle vostre esigenze.

Share:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
In evidenza

Potrebbe interessarti

L’importanza del magnesio

Il magnesio è uno ione (Mg2+) particolarmente abbondante nel nostro organismo; il quarto per concentrazione dopo calcio, potassio e sodio, che ricopre diverse funzioni fondamentali

Leggi tutto»

Utilizziamo i cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione. Per rispettare la nuova direttiva sulla privacy, è necessario chiedere il tuo consenso per impostare i cookie.